La valutazione del personale è un processo strategico per selezionare, orientare e valorizzare il capitale umano, renderlo partecipe del raggiungimento degli obiettivi aziendali e svilupparne il potenziale; per sostenere la cultura della performance e del feedback, facendo emergere informazioni, esigenze e condizioni per il miglioramento continuo del singolo e dell’organizzazione.

Le fasi dell’intervento:

  1. RILEVARE gli OBIETTIVI STRATEGICI AZIENDALI definiti dal Direttivo sulla base della capacità dell’azienda di generare valore differenziale sul mercato;
  2. DECLINARE gli obiettivi aziendali in SOTTO-OBIETTIVI di ruolo riguardo al «cosa» (risultato/kpi) e al «come» perseguirli (comportamenti organizzativi), DEFINENDO le COMPETENZE necessarie e normalizzando il linguaggio interno per riferimenti, significati e contenuti; 
  3. STABILIRE un GRADING di sviluppo delle COMPETENZE e il BENCHMARK di RISULTATO per ciascun ruolo/persona, sviluppando i criteri di rilevamento, misura e comunicazione;
  4. COMUNICARE il PROCESSO e definire il «patto» con il lavoratore ancorandolo al sistema di compensation;
  5. VALUTARE il CAPITALE UMANO: conoscere le risorse, acquisire il loro profilo personale e di competenze, l’adeguatezza al ruolo, le potenzialità di sviluppo ed erogare premialità;
  6. CONDIVIDERE il PROCESSO il processo con le risorse coinvolte trasferendo conoscenze e modalità e istituzionalizzando un sistema ripetibile in grado di acquisire costanti evidenze per il miglioramento continuo.